Libertà per Ashraf Fayadh, e una sua poesia


L'appello per la sua libertà e una sua poesia


Il poeta Ashraf Fayadh, 35 anni,  rappresentante dell’organizzazione di artisti britannico-saudita Edge of Arabia; nel 2013 è stato tra i curatori della mostra Rhizoma alla Biennale di Venezia; è stato accusato di aver promosso l’ateismo con i suoi testi inclusi nell’antologia poetica "Instructions within" (2008), di aver avuto relazioni illecite, di aver mancato di rispetto al profeta Maometto e di aver minacciato la moralità saudita.
Dopo una prima sentenza che lo condannava a quattro anni di prigione e 800 frustate, con una nuova sentenza è stato condannato a morte.
La condanna a morte di Ashraf Fayadh è stata commutata dal Tribunale generale di Abha, a sudovest dell'Arabia Saudita, il 2 febbraio 2016,  in una sentenza a otto anni di carcere e 800 frustate
Si può firmare l’appello di Amnesty su

si può far pervenire qualche parola incoraggiante sul suo sito web:http://www.ashraffayadh.org.

Qui una poesia di Ashraf Fayadh

Asilo: Stare in piedi in coda alla fila.
Ricevere un boccone di pane.
Resistere! Qualcosa che tuo nonno era solito fare.
Senza saperne la ragione.
Il boccone? Tu.
La patria: Un documento da mettere nel portafoglio.
Denaro: Carta con sopra immagini dei leader
La foto: Il tuo sostituto previo tuo ritorno.
E il ritorno: mitologica creatura… uscita dai racconti di tua nonna.
Fine della prima lezione.

Asylum: To stand at the end of a queue.
To be given a morsel of bread.
To stand!: Something your grandfather used to do.
Without knowing the reason why.
The Morsel?: You.
The homeland: A card to put in your wallet.
Money: Papers that carry images of Leaders.
The Photo: Your substitution pending your return.
And the Return: A mythological creature … from your grandmother’s tales.
End of the first lesson.

Translated by Sultan Sooud al-Qassemi from “Asylum” in Instructions Within
Traduzione di Chiara De Luca
Altre poesie su
http://irisnews.net/ashraf-fayadh-poems-poesie/

post inserito il 07/05/16

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Nessun commento:

Posta un commento

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.