PAGINA DEDICATA A LUIGI PIRANDELLO


28 giugno 2017
Luigi Pirandello
nato ad Agrigento (Girgenti) 
il 28 giugno 1867
A  150 anni dalla sua nascita nelle sue opere letterarie e teatrali si muove e pensa l’uomo contemporaneo con tutte le sue ansie nell’assurdo che lo circonda. Gli uomini e le donne di Pirandello combattono, ognuno a suo modo, come dei giganti nel loro dramma quotidiano.
IL SITO CON TUTTE LE OPERE

PER UNA BIOBRAFIA DI LUIGI PIRANDELLO
Novelle per un anno 
Pirandello è il suo teatro ed anche le sue novelle.  Le novelle di Pirandello sono  un insieme di pennellate di descrizione e di dialogo, leggere come un acquarello, intense per il contenuto ed insieme libere per l’interpretazione stessa del contenuto. Spesso si può sorridere per l’assurdo dell’esistenza ed insieme assaporare il mistero dello stesso assurdo. Una narrazione cosi ampia che, per situazioni, ironia e sfaccettature umane,  può essere paragonata a quella di Cechov.  (fr.z.)
Arpa eolica ha dedicato per il 150* anniversario della nascita di Luigi Pirandello dei post inserendo queste novelle:

Le Novelle per un anno sono una raccolta di racconti, alcuni di poche pagine ed altri più lunghi,  scritti da Luigi Pirandello tra il 1884 e il 1936.
La produzione novellistica accompagna Pirandello, dalla sua adolescenza sino alla fine della sua vita, ed è più intensa nei primi quindici anni del Novecento: la prima novella è un bozzetto siciliano scritto nel 1884, La Capannetta, pubblicata nel giugno 1884 sul supplemento domenicale della Gazzetta del Popolo; l'ultima novella, Effetti di un sogno interrotto esce nel 1936  sul Corriere della sera,  il giorno prima della morte di Pirandello.
Le prime edizioni delle novelle in forma di libro videro diverse pubblicazioni tra il 1992 e il 1937 (anno successivo alla morte) in 15 volumi. Per la casa editrice di Firenze Bemporad i primi tredici volumi e gli ultimi due per la Mondadori. Successive pubblicazioni della Mondadori furono editi in due grandi volumi con il titolo “Novelle per un anno”.

Diverse novelle furono trasposte da Pirandello in opere teatrali
·         Ma non è una cosa seria, tratto dalle novelle La Signora Speranza e Non è una cosa seria
·         Pensaci, Giacomino!, tratto dall'omonima novella
·         Lumie di Sicilia, tratto dall'omonima novella
·         Il gioco delle parti, tratto dalla novella Quando si è capito il giuoco
·         La giara, tratta dall'omonima novella
·         La patente, tratto dall'omonima novella
·         L'uomo dal fiore in bocca, tratto dalla novella La morte addosso
·         Il piacere dell'onestà, tratto dalla novella Tirocinio

ALTRE INFORMAZIONI SULLE NOVELLE

L’Ultima edizione delle “Novelle per un anno”
nella  versione supereconomica della Newton Compton

Tutte le novelle in rete con questo link

post inserito il 28/06/2017

Altri post di Arpa eolica della sezione Testi integrali in rete

Altri post di Arpa eolica della sezione Narrativa e saggistica 


Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

PAESE CHE VAI POETA CHE TROVI

PAESE CHE VAI POETA CHE TROVI
editoriale di Luigi Giurdanella 
Da: “I POETI DELL’ARIETE NEWS” N°132 giugno 2017
Evviva! Arriva l’estate, tempo di vacanze, tempo di viaggi. Il viaggio non è solo uno spostamento da un punto all’altro del pianeta, ma un sogno di libertà . Il viaggio ci cambia, al ritorno non si è più gli stessi.

(LA TERRA BRUCIA)


(LA TERRA BRUCIA) – Poesia di MARIA ELENA MEJANI  letta dall’autrice nell’incontro dei Poeti dell’ariete del 14 giugno 2017 – Arpa eolica ringrazia MARIA ELENA MEJANI   per il permesso di pubblicazione.


(LA TERRA BRUCIA)

Alte fiamme
scricchiolano
inquietanti
ghermiscono
case
sempre più piccole
di fronte
alla violenza
dell’uomo.

Tutto sembra perso.

Uno squarcio di sole
porta luce
nel buio
della notte.

MARIA ELENA MEJANI


Immagine fuori testo -  acquerello – un fiore dopo la fine – 1987 –  di francesco zaffuto

Cassola e il disarmo al Caffeina Festival


Sabato 24 giugno 2017 alle ore 19:00,

nell'ambito del Caffeina Festiva di Viterbo,
lo scrittore Angelo Gaccione terrà in Piazza del Comune un interessante incontro letterario sul carteggio inedito dello scrittore Carlo Cassola, edito dalle Edizioni Tralerighe Libri di Lucca, in occasione del centenario della nascita dell’autore de “La ragazza di Bube” che ricorre proprio quest’anno. Curato da Angelo Gaccione che con lo scrittore condivise una lunga stagione di impegno per la pace ed il disarmo, e da Federico Migliorati, il titolo del volume “Cassola e il disarmo. La letteratura non basta” contiene 82 lettere, 16 preziosi documenti inediti e alcune foto. A conversare in maniera colloquiale e amichevole su questo volume con Gaccione, destinatario delle lettere contenute nel libro, sarà il pubblico presente.

Liberty a Trieste



TRIESTE
Il Liberty e la rivoluzione europea delle arti
Dal Museo delle Arti Decorative di Praga le opere che,
dal 23 giugno 2017 al 7 gennaio 2018,
saranno esposte alle 
Scuderie e negli spazi storici del Castello
di Miramare di Trieste 
Oltre 200 opere in esposizione per raccontare il Liberty. Si trovano opere di artisti come Alphonse Mucha, innovazioni grafiche di Gustav Klimt e del francese Henri de Toulouse-Lautrec, accanto alle innovazioni stilistiche e formali che coinvolsero la produzione dei vetri d'artista come quelli di Emile Gallé e  René Lalique o ancora di Daum, Nancy e Lötz.

http://www.castellomiramare.org/ita/info/mostre

post inserito il 20/06/2017
Altri post di Arpa eolica su MOSTRE
Altri post di Arpa eolica della sezione ARTE

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

"La terra cresciuta intorno a me"

 "La terra cresciuta intorno a me" – Poesia di Dario Francesco Pericolosi. Letta dall’autore nell’incontro dei Poeti dell’ariete del 14 giugno 2017 – Arpa eolica ringrazia l’autore per il permesso di pubblicazione.

"La terra cresciuta intorno a me" 

La terra cresciuta intorno a me
ora arde come fuoco di paglia
nell'incendio del cuore
Il ceppo di fiamme incontaminate
lambisce il paese grumo disperso
in provincia dell'uomo
Salgono le lingue infuocate
a scalfire il cielo al tramonto
anch'io brucio di passione
Si levano voci umane 
anche le grida dal sottobosco
dove si spegne la fiamma della speranza
Da tempo la combustione
domina i miei occhi adesso cosa spengo
se tutto è già spento?

Dario Francesco Pericolosi, la sua pagina su Arpa eolica

post inserito il   19/06/2017
Altri post di Arpa eolica della sezione Poesia

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page
 Benvenuti  su Arpa eolica, scorrendo l’
Home page>  trovate i post più recenti e in evidenza
Con un clic  Il progetto  i   Contatti  
le sezioni  Poesia - Narrativa - ARTE -
Teatro - Cinema - Musica - Recensioni - Satira - Itinerari
 Storia – Scuola – fatti e pensieri 
Cliccando sui nomi dell'elenco generale degli autori, sulla colonna a destra del blog, vengono richiamati tutti i post dove sono stati citati. 

EFFETTI D'UN SOGNO INTERROTTO – di Luigi Pirandello

EFFETTI D'UN SOGNO INTERROTTO 
è ultima novella di Pirandello, uscì sul Corriere della Sera il 9 dicembre del 1936, il giorno prima della sua morte.

Luigi Pirandello
nato ad Agrigento (Girgenti) 
il 28 giugno 1867
Arpa eolica quest’anno sta dedicando diversi post alla celebrazione dell’anniversario.   Qui di seguito la novella

EFFETTI D'UN SOGNO INTERROTTO


  
  Abito in una vecchia casa che pare la bottega d'un rigattiere. Una casa che ha preso, chi sa da quanti anni, la polvere.
 La perpetua penombra che la opprime ha il rigido delle chiese e vi stagna il tanfo di vecchio e d'appassito dei decrepiti mobili d'ogni foggia che la ingombrano e delle tante stoffe che la parano, preziose sbrindellate e scolorite, stese e appese da per tutto, in forma di coperte, di tende e cortinaggi. Io aggiungo di mio a quel tanfo, quanto piú posso, la peste delle mie pipe intartarite, fumando tutto il giorno. Soltanto quando rivengo da fuori, mi rendo conto che a casa mia non si respira. Ma per uno che vive come vivo io… Basta; lasciamo andare.
 La camera da letto ha una specie d'alcova su un ripiano a due scalini; il soffitto in capo; l'architrave sorretto da due tozze colonne in mezzo. Cortinaggi anche qui, per nascondere il letto, scorrevoli su bacchette d'ottone, dietro le colonne. L'altra metà della camera serve da studio. Sotto le colonne è un divanaccio, per dir la verità molto comodo, con tanti cuscini rammucchiati e, davanti, una tavola massiccia che fa da scrivania; a sinistra, un grande camino che non accendo mai; nella parete di contro, tra due finestrette, un antico scaffale con cadaveri di libri rilegati in cartapecora ingiallita. Sulla mensola di marmo annerito del camino è appeso un quadro secentesco, mezzo affumicato, che rappresenta la Maddalena in penitenza, non so se copia o originale ma, anche se copia, non priva d'un certo pregio. La figura, grande al vero, è sdrajata bocconi in una grotta; un braccio appoggiato sul gomito sorregge la testa; gli occhi abbassati sono intenti a leggere un libro al lume d'una lucerna posata a terra accanto a un teschio. Certo, il volto, il magnifico volume dei fulvi capelli sciolti, una spalla e il seno scoperti, al caldo lume di quella lucerna, sono bellissimi.

Ci rivediamo in autunno – Poeti dell’Ariete

Sull’incontro dei Poeti dell’Ariete del 14 giugno 2017 –
l’appunto di Maria Grazia Messa
Il 14 giugno 2017 si è svolto l'ultimo incontro prima delle vacanze de i poeti dell'Ariete .

I Beati Paoli di Benedetto Naselli

 I Beati Paoli, storia o leggenda che siano, sono stati consacrati nel capolavoro narrativo di Luigi Natoli che ha per titolo “I Beati Paoli”.  
 Prima del grande narratore palermitano, della setta segreta dei Beati Paoli scrissero storici, letterati e anche poeti.
 Fra i testi di riferimento per gli studiosi del "fenomeno" vi è:
“I Beati Paoli o la famiglia del giustiziato”
dramma in cinque atti
di Benedetto Naselli

Russia 1917, quell’estate di cento anni fa

Russia 1917, quell’estate di cento anni fa - Quell’estate che preparò la rivoluzione d’ottobre  (immagine:  4 luglio 1917 foto degli spari sugli insorti)

Microlibri con Arpa eolica


Alla ricerca di un dopo  
Raccolta di poesie di Francesco Zaffuto

  Il dopo filo conduttore dell’umano,
necessario per non  annegare
nel travaglio del presente
e nella nostalgia del passato.

pag. 47 di Francesco Zaffuto © Copyright
giugno 1988 –  Cultura duemila editrice - Ragusa
€ 5,68 + spese spedizione Totale € 7,00
CON MICROLIBRI ARPA EOLICA

Palermo dono di perle in versi



Solo un grande amore per la città di Palerno poteva produrre un simile libro.

Fra’ Domenico Spatola e gli editori I Buoni Cugini hanno realizzato una particolare guida poetica:  
Palermo dono di perle in versi

“Se la guardi in Panorama,
credimi: non è un’idea strana,
la vedi quanto meravigliosa,
da monte Pellegrino
sembra una rosa, …”

L’immagine – poesia di Vittorio Stringi










L’immagine – Poesia di Vittorio Stringi – tratta dalla raccolta “Al di là delle mura” -  Arpa eolica ringrazia l’autore per il permesso di pubblicazione in questo spazio settimanale a lui dedicato.  Questa poesia Vittorio Stringi la dedicò ad Ulisse;  e ad un certo punto del viaggio della vita ci coglie l’essenza stessa del viaggio …

Testi integrali in rete

Arpa eolica ha inserito in questa pagina i post con testi integrali di narrativa, teatro e saggistica - o con link che indicano la reperibilità dei testi integrali in rete

I PIEDI SULL'ERBA – di Luigi Pirandello

Può un uomo, sul diventar vecchio, correre a piedi nudi in un parco?
In questa novella Pirandello risponde al particolare interrogativo.
I PIEDI SULL'ERBA
Luigi Pirandello
nato ad Agrigento (Girgenti) 
il 28 giugno 1867
Arpa eolica quest’anno sta dedicando diversi post alla celebrazione dell’anniversario.   Qui di seguito la novella

I PIEDI SULL'ERBA

Incolpevoli


Incolpevoli - poesia di Marco Boietti.  Arpa eolica ringrazia l’autore per il permesso di pubblicazione.