“La Battaglia di Legnano”, la conferenza stampa

Ieri 21 Novembre 2017 si è svolta la Conferenza stampa di presentazione dell’Opera –
“La battaglia di Legnano, ovvero il trionfo della morte” di Salvatore Salamone, detto Turi
 riportiamo il comunicato del Comune di Bergamo corredato da alcune foto –

“La Battaglia di Legnano”: l’opera “scomparsa” ritrovata alla ex Caserma Montelungo
L’artista Salvatore Salamone è arrivato da Caltanissetta per la presentazione alla stampa
Era ritenuta scomparsa, qualcuno aveva addirittura insinuato il dubbio che fosse stata rubata: invece l’opera “La battaglia di Legnano” di Salvatore Salamone non era stata mai spostata dalla Caserma Montelungo di Bergamo in cui era stata dipinta, ma anzi si trovava ancora nella stessa stanza, il parlatoio, in cui era stata collocata ai tempi. È stata riproposta questo pomeriggio, sempre all’interno della ex Caserma Montelungo, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti, dell’Assessore alla Riqualificazione urbana Francesco Valesini, e dell’autore dell’opera Turi Salamone.



Salvatore Salamone frequentò alla fine degli anni Settanta la Caserma Montelungo, in cui svolgeva il servizio di leva. Qui gli vennero riconosciute le sue doti artistiche, e per questo motivo gli venne chiesto di abbellire il parlatoio, la prima stanza dopo l’ingresso, luogo che fungeva da collegamento tra la vita civile, il “mondo esterno”, e il mondo militare che si svolgeva all’interno della caserma. Il nome della Brigata con sede a Bergamo era Legnano, e a quella Battaglia si sarebbe ispirato il grande dipinto di Salamone.
Ma per Salamone, convinto pacifista e nemico dichiarato della vita militare, la guerra non era più come in passato la misura della gloria, il contesto ove misurare il valore dell’uomo, l’occasione per manifestare il proprio coraggio, l’unico ambito ove potere perdere onorevolmente la propria vita, bensì un mattatoio, una carneficina di vite umane perse senza un valido motivo. Così realizzò la sua opera come un grande collage che comprendeva riferimenti a grandi dipinti del passato (uno fra tutti, la “Testa di Medusa” di Caravaggio), opere contemporanee (“Salò o le 120 giornate di Sodoma” di Pasolini), ritratti di personaggi storici icona di quegli anni (Ernesto “Che” Guevara), nonché un autoritratto dell’artista stesso, una vera e propria firma di impronta caravaggesca.

L’opera è stata ritrovata al suo posto in condizioni ancora perfette; era sfuggita più volte ai numerosi sopralluoghi anche grazie alla collocazione (negli ultimi anni, per i sopralluoghi, non si utilizzava più l’ingresso principale ma quello carrabile, che si trova dalla parte opposta del vasto cortile della caserma). La ex caserma, abbandonata da anni, è attualmente oggetto di un grande intervento di riqualificazione che la porterà nei prossimi anni a ospitare uno studentato universitario, un impianto sportivo, e molto altro.
“La “Battaglia di Legnano”, un dipinto contro la guerra realizzato all’interno di una caserma militare, racconta di una sensibilità pacifista dell’artista e dei giovani militari di leva degli anni Settanta. Per questo motivo la storia di quest’opera mi ha coinvolta e affascinata personalmente” spiega l’Assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti,“L’edificio è oggi oggetto di un importante intervento di riqualificazione che lo trasformerà da caserma a luogo frequentato da studenti universitari: il mio auspicio è che l’opera resti lì, al suo posto, come monito contro ogni guerra”.
Ricevuto via Mail da Francesco Alleva <FrancescoAlleva@comune.bg.it>

Video con l'intervista a Nadia Ghisalberti

Evento ripreso dalla stampa locale

Qui  link di pagine di Arpa eolica dedicata al rinvenimento dell’opera

La pagina di Arpa eolica dedicata a Salvatore Salamone detto Turi

Post inserito il 22/11/2017
Altri post di Arpa eolica della sezione ARTE

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

LA BATTAGLIA DI LEGNANO DI TURI SALAMONE


Il 21 Novembre 2017 alle ore 14,00
Nella Caserma Montelungo di Bergamo Conferenza stampa – per la presentazione al pubblico dell’opera
La Battaglia di Legnano 
parteciperanno il Pittore Salvatore Salamone detto Turi (autore dell’opera stessa) e l’esponente del Comune di Bergamo che si è preso cura del ritrovamento e del restauro conservativo dell’opera.

Di quest’opera Arpa eolica si era presa cura affinché non venisse dimenticata nel corso della ristrutturazione della Caserma e venisse posta in salvo e nel giusto rilievo. Qui il link che riassume la complicata vicenda

Qui di seguito due interveti: quello di Diego Giulizia che narra della carriera artistica di Turi Salamone e descrive i contenuti dell’opera;   e quello Giangi Milesi che riassume il contesto storico per  cui nacque l’opera nella Caserma militare di Bergamo.

Jung, Freud e Sabina Spielrein, il dissesto dell’Anima

“Jung, Freud e Sabina Spielrein, il dissesto dell’Anima: 
L’amore irrompe nella psicanalisi”. 
Lettura scenica
26 novembre, ore 17.00 - 
Sala Maddalena, via Santa Maddalena 7 - Monza.
Ingresso libero.

Testo liberamente tratto da “Diario di una Segreta Simmetria: Sabina Spielrein tra Jung e Freud” di Aldo Carotenuto. 
A cura di Paola Perfetti 
Interpreti
Ivan Ottaviani, Alessandro Baito, Paola Perfetti.
Pianoforte: Francesca Badalini
Consulenza per i carteggi in lingua tedesca della dott.ssa Irene Candelieri.
Supervisione scientifica del prof. Alessandro Raggi.
Lo spettacolo è patrocinato da Alba, Associazione di ricerca in psicologia analitica. 
Partner morale – Casa Editrice Astrolabio-Ubaldini.

Per info: info@paolaperfetti.it


Spettacolo nella rassegna Carta da Lettere "Parole, emozioni e passioni dai carteggi di celebri coppie del novecento", con il Patrocinio del Comune di Monza. Progetto a cura di Ettore Radice - Associazione Mnemosyne. 

Aldo Carotenuto psicoanalista, docente di Psicologia della Personalità presso l’Università La Sapienza di Roma e uno dei maggiori conoscitori al mondo del pensiero junghiano, nei i suoi studi ha posto particolare attenzione al problema dell’amore di tranfert che si instaura nella coppia analitica. Nel 1974 stava lavorando per l’Istituto di Psicologia dell’Università di Roma con una serie di lezioni sul pensiero e la pratica di Carl Gustav Jung. In quel periodo si stava dedicando all’approfondimento dei punti più importanti della psicologia junghiana. Durante le sue ricerche, per la prima volta, vide comparire il nome di Sabina Spielrein, paziente di Jung. Nel 1977 gli fu segnalato che negli scantinati del Palais Wilson, vecchia sede dell’Istituto di Psicologia svizzero, era stata trovata casualmente la corrispondenza originale tra Jung, Freud e Sabina Spielrein: non solo lettere ma anche una parte del diario di Sabina.

Sia le lettere di Jung, Freud e Spielrein, sia il diario erano completamente sconosciuti, né se ne sospettava minimamente l’esistenza. Questi documenti testimoniavano l’amore intenso e conflittuale tra lo psichiatra Carl Gustav Jung e la sua paziente Sabina Spielrein, amore che in seguito sarà definito l’esperienza fondamentale del trasfert-controtrasfert.

Dalla riflessione su questi documenti scaturì il libro “Diario di una segreta simmetria”, una delle opere contemporane più innovative sulla vita e il pensiero junghiano. 

Esistono pochi dati sulla vita, di Sabina Spielrein, probabilmente a causa dello scandalo, del ruolo della donna in campo accademico a quei tempi e delle conseguenze degli avvenimenti storici che condizionarono le sue scelte e la sua esistenza.

Sabina Spielrein fu una donna che con fermezza e dignità riuscì a mantenere fede a se stessa. Non si perse né nella malattia, né nel rapporto intenso, complesso e coinvolgente con Carl Gustav Jung e nemmeno nella relazione prevalentemente epistolare e spesso conflittuale, con Freud e la società psicoanalitica del tempo.

La sua apparizione fu fugace ma determinante sia per la vita di Freud e Jung sia per il l’influsso fondamentale che apportò per la teorizzazione e la formulazione di alcune delle più importanti ipotesi sul funzionamento della psiche.

L’intreccio tra eros e logos nella relazione tra Jung e Spielrein ha portato alla pubblicazione di opere straordinarie. Sono forse il frutto di una sublimazione dell’amore impossibile, ma proprio in questo sta il fascino della loro storia e della loro vicenda umana. Il loro incontro sulla scena del mondo ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo del pensiero scientifico in campo psichiatrico, psicologico e psicoanalitico; come se i due, incontrandosi e riconoscendosi l’uno nelle profondità dell’altra, avessero attivato un potenziale creativo straordinario, sino alla definizione di un impianto analitico che ha rivoluzionato le modalità diagnostiche e terapeutiche. 


immagini: 1 foto di Sabina Spielrein - 2 Freud e Jung 

post inserito il  20/11/2017
Altri post di Arpa eolica della sezione Teatro

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

La matassa di spago - 1° puntata





La matassa di spago

Romanzo breve – inedito di Francesco Zaffuto
Copyright  © Francesco Zaffuto


1° puntata

Poeti dell’Ariete, cronaca dell’Incontro del Novembre 2017

Mercoledì 15 novembre 2017 si è tenuto l’Incontro mensile dei Poeti dell’Ariete di Milano – L’Incontro del mese di Novembre aveva come tema 
“QUEL CHE RESTA DI NOI”
Qui di seguito la cronaca dell’Incontro a cura di Maria Grazia Messa

Promosso ufficialmente l’inno “Fratelli d’Italia”

Dopo 71 anni di provvisorietà l’Inno di Mameli “Fratelli d’Italia”, o meglio «Il canto degli Italiani», diventa ufficialmente l’Inno della Repubblica Italiana. Dopo svariati tentativi nelle precedenti legislature, la commissione Affari costituzionali di palazzo Madama  ha approvato il 15 Novembre 2017, in sede deliberante, il provvedimento che lo istituzionalizza.
 L'Inno di Mameli era stato scelto nel 1946 come inno nazionale provvisorio, ma da allora in poi nessuna legge lo aveva reso definitivo.

Bacalov ed Endrigo ne potranno riparlare lassù

E’ scomparso ieri 15 Novembre 2017 è scomparso il maestro Louis Enriquez Bacalov che ha lasciato una traccia profonda nella musica italiana come arrangiatore di canzoni che fanno parte della storia della musica italiana, come autore di colonne sonore di film, oltre che come pianista e concertista. https://it.wikipedia.org/wiki/Luis_Bacalov
  Nel 1996 Bacalov vinse per il film «Il Postino» l’oscar per la colonna sonora. Quel premio originò una vicenda legale che si trascinò per circa 18 anni; Sergio Endrigo (che aveva da tempo un sodalizio musicale con Bacalov) sostenne che la colonna sonora  de “Il Postino” riprendeva l’impianto musicale della sua canzone «Nelle mie notti».

Incontro-recital sulla Rivoluzione del 1917

L’Associazione La Conta vi invita a partecipare  all’incontro-recital 
LA RIVOLUZIONE D’OTTOBRE –
L’EVENTO CHE CAMBIO’ IL MONDO” 
Esposizione storica 
di  GIANCARLO RESTELLI, 
Intervalli musicali
con canzoni tradizionali russe eseguite
da NATALIA TYURKINA, voce e pianoforte.
MERCOLEDI’ 22 NOVEMBRE 2017, ore 21,00
MILANO
alla CGIL Salone Di Vittorio - Piazza Segesta 4,
con ingresso da Via Albertinelli 14 (discesa passo carraio)
ingresso ad offerta libera

 immagine –  foto d’epoca di propaganda rivoluzionaria
post inserito il  15/11/2017

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

L'Estate di San Martino


11 Novembre - è l'Estate di San Martino  -  l’ultimo sprazzo di bel tempo prima dell’inverno.

PICASSO tra Genova e Roma

a Genova
Capolavori 
del Museo Picasso, 
Parigi
fino al  6 maggio 2018 
al Palazzo Ducale 
di Genova

a Roma 
prosegue la mostra
Picasso -Tra cubismo e classicismo 1915-1925
fino al 21 Gennaio 2018

Un’opera d’arte salvata

Arpa eolica è lieta di aver contribuito a salvare un’opera d’arte.
Si tratta della Battaglia di Legnano di Salvatore Salamone (detto Turi) ubicata nella Caserma Montelungo di Bergamo.
Il 21 Novembre 2017
Sarà presentata al pubblico nella Caserma Montelungo di Bergamo con una conferenza alle ore 14,00 alla quale parteciperanno il Pittore Salvatore Salamone e l’esponente del Comune di Bergamo che si è preso cura del ritrovamento e del restauro conservativo dell’opera.
Nel dicembre del 2013 Arpa eolica aveva manifestato la preoccupazione per la possibile perdita dell’opera ubicata
 Benvenuti  su Arpa eolica, scorrendo l’
Home page>  trovate i post più recenti e in evidenza
Con un clic  Il progetto  i   Contatti  
le sezioni  Poesia - Narrativa - ARTE -
Teatro - Cinema - Musica - Recensioni - Satira - Itinerari
 Storia – Scuola – fatti e pensieri 
Cliccando sui nomi dell'elenco generale degli autori, sulla colonna a destra del blog, vengono richiamati tutti i post dove sono stati citati. 

cento anni fa in Russia il 1917 della rivoluzione

La pagina di Arpa eolica che raccoglie tutti i post che sono stati dedicati da questo blog alla rivoluzione in Russia del 1917

75 anni, un saluto e un ricordo di Pierangelo Bertoli


Oggi avrebbe avuto 75 anni.
Quindici anni fa, 7 ottobre 2002, a sessant’anni, scompare
Pierangelo Bertoli, nato il 5 novembre del 1942. Peccato per la sua prematura morte.
Qui di seguito il ricordo che ne traccia il cantautore Antonio Cessari – nella sua pagina face book
Prendo in prestito alcuni versi del brano “A muso duro”, il suo manifesto poetico, per tracciare le linee di demarcazione tra una canzone libera e una condizionata.
“Ho sempre scritto i versi con la penna
non ordini precisi di lavoro.
Perché volevo dire ciò che penso
volevo andare avanti ad occhi aperti.

DIALOGO




Oggi 2 Novembre 2017 – Arpa eolica propone una riflessione sulla morte e il tempo della vita con la poesia DIALOGO  
di 
Maria Luisa Ferrantelli

2 novembre in Sicilia

Forse ancora in Sicilia, il 2 Novembre 2017, in alcune case, si ricorderà il giorno dei morti con la consuetudine di far trovare accanto al letto dei bambini dei dolcetti di martorana (pasta reale) insieme a un pupo colorato di zucchero. Forse ancora … ci si ricorda che …

“Dentro Caravaggio”, al Palazzo Reale di Milano


“Dentro Caravaggio”,
al Palazzo Reale di Milano
 fino al 28 gennaio 2018

Cosa danno al teatro?

Milano è la città del teatro.
Arpa eolica ha costruito una pagina con tutti i link per controllare la nuova stagione 2016-2017 nei teatri milanesi.
Vi può essere utile quando cercate uno spettacolo tetrale


post inserito il 21/10/2016
Altri post di Arpa eolica della sezione Teatro
Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

L'ORIGINI DI LU MUNNU - di Giovanni Meli

Il 13 settembre 2017
è stato ripubblicato
L’ORIGINI DI LU MUNNU
di Giovanni Meli – l’Abati
Poema inonico-filosofico in Siciliano
nella originale edizione del 1814 curata dallo stesso Poeta,
con traduzione a fronte in Italiano di Francesco Zaffuto,
con le ottave postume ritrovate da Agostino Gallo,
con tutte le note filosofiche dello stesso Giovanni Meli,
con le note di traduzione delle più difficili e antiche parole siciliane,
con le note biografiche su Meli e su come nacque questa straordinaria
opera,
con un disegno di Giove creatore di Dafne Zaffuto

Quale fu l’origine del mondo?

Sankara - "... e quel giorno uccisero la felicita' "



Quando diciamo aiutiamoli a casa loro ...

Una pagina della storia dell'Africa
https://it.wikipedia.org/wiki/Thomas_Sankara

documentario realizzato da Silvestro Montanaro
https://www.facebook.com/silvestro.montanaro

post inserito il 19/10/2016
Altri post di Arpa eolica della sezione Storia
Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

L’ Europa circa cento anni fa



La Guerra  iniziata il 28 luglio 1914  continuerà a durare per tutto il 1914, 1915, 1916,1917,  e il 1918
fino alle ore 11:00 dell'11 novembre 1918.

I post di Arpa eolica dedicati al
l’Europa di circa cento anni fa.

Testi integrali in rete

Arpa eolica ha inserito in questa pagina i post con testi integrali di narrativa, teatro e saggistica - o con link che indicano la reperibilità dei testi integrali in rete

ANTONIN ARTAUD: LA DISSOLUZIONE DELLE FORME E LA PRODUZIONE DEL MONDO

ANTONIN ARTAUD: LA DISSOLUZIONE DELLE FORME E LA PRODUZIONE DEL MONDO
di Federico Zaffuto
continua a leggere per aprire tutti i link dell'opera completa 
Questo saggio su Artaud è stato pubblicato integralmente su Arpa eolica in diverse puntate.  

C’ è un tempo


















C’ è  un tempo -  poesia di Marco Boietti.  Arpa eolica ringrazia l’autore per il permesso di pubblicazione.

Avete tempo per una poesia?

Avete tempo per una poesia?
allora un clik su
La pagina della poesia di Arpa eolica

immagine - particolare di "una sera d'inverno" di Eugenio Prati
post inserito il 11/01/2017
Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

CROMIE di Marisa Cortese a Spazio E di Ghemme

CROMIE di Marisa Cortese  
Allo Spazio E  - GHEMME (Novara)
via Interno Castello 7
 Fino al 3 Dicembre
il giovedì dalle 16 alle 22, da venerdì a domenica dalle 11 alle 22.

Microlibri con Arpa eolica


Alla ricerca di un dopo  
Raccolta di poesie di Francesco Zaffuto

  Il dopo filo conduttore dell’umano,
necessario per non  annegare
nel travaglio del presente
e nella nostalgia del passato.

pag. 47 di Francesco Zaffuto © Copyright
giugno 1988 –  Cultura duemila editrice - Ragusa
€ 5,68 + spese spedizione Totale € 7,00
CON MICROLIBRI ARPA EOLICA

MOSTRE

Mostre segnalate con post su
Arpa eolica