Come cera sciolta


Poesia di Marco Boietti – Arpa eolica ringrazia l’autore che ci permette di ospitarlo in questo blog


Come cera sciolta

E tardi compresi quel peccato
nel confessare
che i miei sogni erano i suoi.

Lo specchio rifletteva quel corpo
toccai i suoi seni dormienti
quella bocca era la mia luce.

Quando sulla schiena scivolò il brivido
cadde la mia mano dalla pelle di seta
e piccolo nell’angolo mi feci pianto.


Marco Boietti –  la sua pagina su Arpa eolica

Immagine – Chagall – gli amanti in blu - 
(l’immagine scelta a corredo del post a cura di Arpa eolica)

Post inserito il 21/05/15 

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Nessun commento:

Posta un commento

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.